Dal cavalcavia

Dal cavalcavia


Acrilico su tela 80x80 (2005)


Si tratta di un'opera di grande impatto prospettico. Il punto di fuga e' leggermente spostato rispetto il centro del quadro e cade molto vicino alla linea d'orizzonte che coincide, la in fondo, con la base degli edifici industriali rappresentati. I convogli sembrano attratti da questi a significare che sono complementari alle attivita' produttive che li si concentrano, chi osserva l'opera si trova in una posizione di privilegio, e domina il movimento dei treni e lo spazio deserto fino alle fonderie, Lo sguardo cade sulla luce intensa che investe un lato del vagone di destra in contrasto con la base del cilindro in ombra. Di effetto anche la descrizione delle rotaie in luce contrapposte ad un'altra massa in ombra.


Ferrovie in Arte di Ferdinando Todesco